MV Agusta 350\500 tre cilindri

La 350 - 500 tre cilindri era una motocicletta da competizione prodotta dalla MV Agusta nella metà degli anni '60.

Lo sviluppo di questa moto venne voluto dal conte Domenico Agusta, proprietario della MV. Il risultato che si cercava di ottenere era quello di creare una moto che fosse più gestibile della vincente, ma poco amata dai piloti, MV Agusta 500 quattro cilindri.

 

 

Classiche MV Agusta da competizione                   

 

 

 

 

Lo sviluppo cominciò nella prima metà degli anni '60. Venne prima sviluppata la versione dotata di motore da 350 cc. Ne risultò una moto che rispetto alla quattro cilindri, era maneggevole, leggera e, grazie all'ingombro minore del motore tre cilindri, molto più aerodinamica.

La motocicletta fece il suo esordio nella classe 350 del Gran Premio del Nürburgring del 1965 guidata da Giacomo Agostini. Si rivelò una moto riuscita ottenendo la vittoria. Alla fine del Campionato Mondiale Agostini conquistò il secondo posto in classifica.

Venne quindi deciso di aumentarne la cilindrata a 500 cc. Il progetto era guidato da Mario Rossi mentre la realizzazione era compito di Arturo Magni. Si decise di procedere per gradi e il primo passo fu portare la cilindrata a 420 cc per poter poi giungere a 497,9 cc, in pratica al limite imposto dalla classe.

La moto venne portata in gara solo nel 1967 e dal solo Agostini che conquistò con questa moto il suo secondo campionato del mondo della classe 500 dopo quello vinto nel 1966 con la 500 quattro cilindri.

Agostini preferì sempre questa moto alla 500 4 cilindri e con essa conquistò gran parte dei suoi titoli mondiali.

 

Caratteristiche

Riferite alla 500: